• Home
  • News
  • I pedoni: quali tutele per loro nella circolazione stradale?

I pedoni: quali tutele per loro nella circolazione stradale?

La recente sentenza della Cassazione n.  29254/18 riporta alla luce la questione del comportamento del pedone nel caso di incidente stradale.

Il pedone appare come un'autonoma figura tra i protagonisti della circolazione stradale e quindi il legislatore si è rivolto verso una sua particolare tutela, nella convinzione che esso rappresenti, sempre e comunque, la parte debole ed indifesa rispetto al conducente dei veicoli. Il fenomeno degli investimenti di pedoni rappresenta una elevata casistica e spesso sono determinati anche dal comportamento imprudente del pedone.

Però a carico del conducente di un veicolo, il codice della strada attribuisce, con gli articolo 141 e 191, degli obblighi stringenti che gli impongono una condotta di guida piegata all'esigenza della massima tutela del pedone e quindi il prevalente orientamento giurisprudenziale rende estremamente difficile per il conducente dimostrare l'insussistenza di una propria colpa in caso di investimento.

Neppure l’improvviso attraversamento di un pedone, fuori dalle strisce pedonali, libera il conducente dalla responsabilità, essendo a tal fine necessario che costui risulti essersi trovato, nonostante l'osservanza delle norme sulla circolazione stradale e di quelle di comune prudenza e diligenza, nella effettiva impossibilità di evitare l'evento.

Il comportamento negligente del pedone, pertanto, viene di solito valutato dalla giurisprudenza solo in termini di corresponsabilità nella causazione dell'investimento, con percentuali (dal 20 al 60 per cento) che variano da caso a caso, a seconda dell'effettiva condotta negligente ed imprudente tenuta dal pedone.

Nel caso di attraverso sulle strisce pedonali da parte del pedone, ogni conducente di veicoli, nell'approssimarsi alle strisce pedonali, deve non solo dare la precedenza, ma anche tenere un comportamento idoneo ad ingenerare nel pedone la sicurezza che possa attraversare senza rischi, non essendo in linea con le elementari regole di comportamento proprie di in un paese civile che un conducente possa considerare una mera facoltà il suo inderogabile obbligo di dare la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali e che il pedone debba, dal canto suo, riguardare l'attraversamento come un temerario atto di coraggio, anche dove ha diritto di farlo con l'aspettativa che i conducenti si fermino per lasciarglielo fare.

Con quest’ultima sentenza(29254/18), pur trovandoci in presenza di un pedone in stato d’ebrezza in attraversamento di una strada non illuminata e in ora buia , si è comunque riconosciuta una corresponsabilità dell’automobilista in quanto la vittima era avvistabile e il sinistro  evitabile avendo una velocità meno elevata.

Pertanto ancora una volta l’orientamento giurisprudenziale pone l’attenzione sulla pericolosità della circolazione stradale e sulla massima cautela  che deve prestare chi conduce un veicolo perché il concetto di imprevedibilità difficilmente viene visto come un esimente di colpa.

Pertanto il nostro Studio, alla luce di quanto sopra esposto, tutela al meglio gli interessi dei pedoni (servendosi anche di Ingegneri esperti nella ricostruzioni cinematiche dell’evento) che si trovino ad essere vittime di un sinistro stradale, forte della grande esperienza trentennale e della profonda conoscenza delle normative di legge e dell’orientamento giurisprudenziale.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Case-history e notizie recenti.

Lo strano caso di un giornalista
Nel gennaio 2013 una nostra collaboratrice ci segnalava che il conduttore di una televisione locale, durante il programma - seduto su di un divano ...
Incidenti al supermercato
Sugli incidenti al supermercato Infortunistica Veneta ha una casistica davvero invidiabile.
Vittime della strada per colpa di un Guard-rail fuori norma
L’urto contro guard-rail non a norma costituisce una tipologia d’incidente particolarmente pericolosa. Un guard-rail non a norma non è in grado di ...
Risarcimento danni per perforazione da colonscopia
I fatti: perforazione da colonscopiaIl Signor C., nostro assistito, viene sottoposto a colonscopia per dolore addominale persistente, l'esame viene...
Trattiamo con le compagnie di assicurazione per l’annullamento del mutuo in caso di morte
Le trattative stragiudiziali con le compagnie di assicurazione e con gli istituti bancari per ottenere l’annullamento del mutuo e l’eventuale rimbo...
Incidente con ambulanza. Un risarcimento che sembrava difficile, ma ce l'abbiamo fatta!
Nel maggio scorso si è rivolto ad Infortunistica Veneta un cliente che ci chiedeva aiuto dopo essersi rivolto a 5 studi diversi - tra infortunistic...

Cosa dicono di noi e di come lavoriamo.

Pietro

Quando divenni cliente di Infortunistica Veneta ero sul letto di un ospedale: a seguito di un terribile incidente stradale la mia vita era appesa a un filo. A seguito di un forte trauma a una vertebra cervicale e una lesione spinale la mia aspettativa di tornare a camminare era bassissima.

Giuseppe

Mi chiamo Giuseppe, ho 53 anni e mia madre è morta per un’infezione ospedaliera. Nel 2013 aveva 85 anni: un giorno cadde in casa, si ruppe un femore, fu ricoverata in un ospedale della provincia di Bologna e subì quello che può essere considerato un intervento di routine.

Paola

Il vero risarcimento per la morte di mio fratello è stata l’umanita! Un incidente stradale mi ha strappato mio fratello. Sono stati giorni, mesi e anni terribili e oggi, ancora, non riesco a parlarne senza soffrire profondamente per l’ingiustizia terribile per quello che successe.

Pietro

Mi chiamo Pietro Orlando, avevo 63 anni, e finalmente mi stavo godendo la pensione, quando un incidente stradale d’un tratto mi ha cambiato la vita. Una macchina che attraversava il paese nel senso opposto al mio, ha mancato una precedenza e svoltando mi ha colpito in pieno.

Ermanno

Mi chiamo Fogli Ermanno e sono un cliente riconoscente a Infortunistica Veneta. Avevo 32 anni, ero fermo a uno stop pronto a immettermi sulla Romea, quando come un fulmine che squarcia il cielo mi piombò addosso un camion che aveva perso il controllo.

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile