• Home
  • News
  • Infortunistica Veneta vi tutela dall’anatocismo bancario

Infortunistica Veneta vi tutela dall’anatocismo bancario

L’Anatocismo è una pratica bancaria diffusa presso gli istituti di credito e si configura come un metodo escogitato per permettere agli istituti di credito di capitalizzare gli interessi grazie a un sistema che permette di calcolare gli interessi su interessi già versati.

Infortunistica Veneta vi tutela dall’anatocismo bancarioL’anatocismo è disciplinato nell’ordinamento italiano dall'art.1283 del codice civile ed è uno strumento che permette alle banche di massimizzare i capitali.

Il caso classico di anatocismo da parte di una banca, purtroppo ricorrente, è che nella sottoscrizione di un prestito o di un mutuo essa capitalizzi i tassi in modo tale che gli interessi degli anni precedenti siano capitalizzati e vadano a generare nuovi interessi. Il malcapitato si trova quindi a dover versare interessi su cifre già versate. La pratica dell’anatocismo può arrivare a gravare sul conto a cadenze semestrali o, ancora peggio, ogni tre mesi con conseguenze gravemente onerose sul debitore.

Può quindi capitare che per l’anatocismo bancario il primo anno il debitore versi gli interessi su un debito a un tasso prefissato, ma che si ritrovi l’anno successivo pagare gli interessi anche sugli interessi maturati l’anno precedente e quindi già versati. Questa tecnica per massimizzare il profitto delle banche, è stata duramente limitata dal legislatore.

L’anatocismo aumenta la esposizione del debito e fa lievitare i saldi a debito del correntista, inoltre gioca sull’incremento delle commissioni del massimo scoperto e sull’applicazioni di tassi oltre fido.

L’intervento di Infortunistica Veneta nei casi di anatocismo prevede una accurata verifica degli estratti conti e documentazione bancaria per consentire di giungere alla richiesta e alla mediazione con l’ente di credito perché il debitore sia rimborsato del maltolto.

In ambito bancario l’anatocismo trova un fertile terreno di attecchimento sui cosiddetti “conti in rosso”, dove gli interessi passivi sono addebitati sul conto ogni 3 mesi, incrementando il capitale a debito e producendo ulteriori interessi passivi da versare alla banca unitamente al "massimo scoperto" su cui, come noto, la banca applica già commissioni assai salate a carico del cliente. Oltre al massimo scoperto, gli interessi passivi vengono ricalcolati una seconda volta e quindi lievitano in maniera anomala. Vi lasciamo immaginare quanto la capitalizzazione trimestrale sugli interessi passivi di un conto in rosso, e quindi l’anatocismo in sé possa incidere sul debito.

Senza entrare nel merito della norma, che sfrutta cavilli linguistici per aggirare le regole, i casi di anatocismo sono seguiti da Infortunistica Veneta con perizia e professionalità al fine di consentire una tutela della nostra clientela colpita da questa viziosa pratica.

La diffusione dell’anatocismo ci vede coinvolti quotidianamente in casi di trattazione stragiudiziale con gli enti di credito affinché i diritti dei nostri clienti siano rispettati e i rimborsi siano immediati, la nostra quarantennale esperienza ci ha abituati ad intraprendere senza paura tutte le strade possibili per tutelare i diritti dei nostri assistiti fino al procedimento giurisdizionale ordinario.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Case-history e notizie recenti.

Lo strano caso di un giornalista
Nel gennaio 2013 una nostra collaboratrice ci segnalava che il conduttore di una televisione locale, durante il programma - seduto su di un divano ...
Incidenti al supermercato
Sugli incidenti al supermercato Infortunistica Veneta ha una casistica davvero invidiabile.
Vittime della strada per colpa di un Guard-rail fuori norma
L’urto contro guard-rail non a norma costituisce una tipologia d’incidente particolarmente pericolosa. Un guard-rail non a norma non è in grado di ...
Risarcimento danni per perforazione da colonscopia
I fatti: perforazione da colonscopiaIl Signor C., nostro assistito, viene sottoposto a colonscopia per dolore addominale persistente, l'esame viene...
Trattiamo con le compagnie di assicurazione per l’annullamento del mutuo in caso di morte
Le trattative stragiudiziali con le compagnie di assicurazione e con gli istituti bancari per ottenere l’annullamento del mutuo e l’eventuale rimbo...
Incidente con ambulanza. Un risarcimento che sembrava difficile, ma ce l'abbiamo fatta!
Nel maggio scorso si è rivolto ad Infortunistica Veneta un cliente che ci chiedeva aiuto dopo essersi rivolto a 5 studi diversi - tra infortunistic...

Cosa dicono di noi e di come lavoriamo.

Pietro

Quando divenni cliente di Infortunistica Veneta ero sul letto di un ospedale: a seguito di un terribile incidente stradale la mia vita era appesa a un filo. A seguito di un forte trauma a una vertebra cervicale e una lesione spinale la mia aspettativa di tornare a camminare era bassissima.

Giuseppe

Mi chiamo Giuseppe, ho 53 anni e mia madre è morta per un’infezione ospedaliera. Nel 2013 aveva 85 anni: un giorno cadde in casa, si ruppe un femore, fu ricoverata in un ospedale della provincia di Bologna e subì quello che può essere considerato un intervento di routine.

Paola

Il vero risarcimento per la morte di mio fratello è stata l’umanita! Un incidente stradale mi ha strappato mio fratello. Sono stati giorni, mesi e anni terribili e oggi, ancora, non riesco a parlarne senza soffrire profondamente per l’ingiustizia terribile per quello che successe.

Pietro

Mi chiamo Pietro Orlando, avevo 63 anni, e finalmente mi stavo godendo la pensione, quando un incidente stradale d’un tratto mi ha cambiato la vita. Una macchina che attraversava il paese nel senso opposto al mio, ha mancato una precedenza e svoltando mi ha colpito in pieno.

Ermanno

Mi chiamo Fogli Ermanno e sono un cliente riconoscente a Infortunistica Veneta. Avevo 32 anni, ero fermo a uno stop pronto a immettermi sulla Romea, quando come un fulmine che squarcia il cielo mi piombò addosso un camion che aveva perso il controllo.

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile