• Home
  • News
  • L'anatocismo, questo costoso sconosciuto

L'anatocismo, questo costoso sconosciuto

L’anatocismo, che deriva dal termine greco anatokismòs, cioè “sopra- di nuovo; interessi - usura”, non è altro che la capacità degli interessi passivi di produrre ulteriori interessi passivi calcolati su loro stessi.

Fin dall’antichità è apparsa evidente l’avversione verso tale fenomeno; basti pensare che le fonti giuridiche romane, per riferirsi al calcolo degli interessi sugli interessi, utilizzavano la locuzione usurae usurarum!

Ma, vi domanderete, perché parliamo di anatocismo nel blog di Infortunistica Veneta? 

Perché molti nostri assistiti, per far fronte alle conseguenze dei danni subiti e nell'attesa del giusto risarcimento, spesso ricorrono a prestiti bancari.

Ora, malgrado l'anatocismo sia vietato dalla legge, gli istituti di crediti continuano ad utilizzarlo ricorrendo a cavilli. Infatti l'art. 1283 del CC. prevede qualche eccezione come, per esempio, “la mancanza di usi contrari”.... ed è a questo tipo di eccezione che le banche per anni - subdolamente - hanno fatto ricorso.

Il subdolo anatocismo ha procurato grandi ed ingiustificati guadagni agli istituti bancari, tanto che il legislatore è dovuto di nuovo intervenire con la legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) con la quale ha espressamente previsto l’abolizione dell’anatocismo bancario in ogni sua forma a partire dal 1° gennaio 2014.

Ma, ovviamente, è intervenuta la Banca d'Italia, sostenendo che l'abolizione dell'anatocismo sarebbe rimasta sospesa fino all'emanazione da parte del Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio di una delibera ad hoc. Delibera mai approvata fino ad oggi.

Ancora una volta la Legge Italiana non sembra essere in grado di produrre gli effetti previsti dal legislatore. In aiuto dei cittadini vengono, però, delle sentenze: il Tribunale di Milano, con due distinte ordinanze (la prima del 25.03.2015 seguita a pochi giorni da quella del 03.04.2015), a seguito di un ricorso cautelare promosso da una associazione di consumatori, ha collegialmente accolto il ricorso. 

In queL'anatocismo questo costoso sconosciutosto modo ha sancito un importante principio secondo cui la riforma non necessita di attuazioni e si può considerare in vigore fin dal 1° gennaio 2014.

Anche la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9127/2015, ha negato alle banche la possibilità di capitalizzazione annuale.

Forse si può finalmente parlare di "morte dell'anatocismo bancario".

Infortunistica Veneta è pronta a sostenere i ricorsi di tutti coloro che hanno dovuto pagare le banche per questa odiosa e illegale pratica.

Parliamone insieme, venite a trovarci nelle nostre sedi: I VOSTRI PUNTI AMICI.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Case-history e notizie recenti.

Lo strano caso di un giornalista
Nel gennaio 2013 una nostra collaboratrice ci segnalava che il conduttore di una televisione locale, durante il programma - seduto su di un divano ...
Incidenti al supermercato
Sugli incidenti al supermercato Infortunistica Veneta ha una casistica davvero invidiabile.
Vittime della strada per colpa di un Guard-rail fuori norma
L’urto contro guard-rail non a norma costituisce una tipologia d’incidente particolarmente pericolosa. Un guard-rail non a norma non è in grado di ...
Risarcimento danni per perforazione da colonscopia
I fatti: perforazione da colonscopiaIl Signor C., nostro assistito, viene sottoposto a colonscopia per dolore addominale persistente, l'esame viene...
Trattiamo con le compagnie di assicurazione per l’annullamento del mutuo in caso di morte
Le trattative stragiudiziali con le compagnie di assicurazione e con gli istituti bancari per ottenere l’annullamento del mutuo e l’eventuale rimbo...
Incidente con ambulanza. Un risarcimento che sembrava difficile, ma ce l'abbiamo fatta!
Nel maggio scorso si è rivolto ad Infortunistica Veneta un cliente che ci chiedeva aiuto dopo essersi rivolto a 5 studi diversi - tra infortunistic...

Cosa dicono di noi e di come lavoriamo.

Pietro

Quando divenni cliente di Infortunistica Veneta ero sul letto di un ospedale: a seguito di un terribile incidente stradale la mia vita era appesa a un filo. A seguito di un forte trauma a una vertebra cervicale e una lesione spinale la mia aspettativa di tornare a camminare era bassissima.

Giuseppe

Mi chiamo Giuseppe, ho 53 anni e mia madre è morta per un’infezione ospedaliera. Nel 2013 aveva 85 anni: un giorno cadde in casa, si ruppe un femore, fu ricoverata in un ospedale della provincia di Bologna e subì quello che può essere considerato un intervento di routine.

Paola

Il vero risarcimento per la morte di mio fratello è stata l’umanita! Un incidente stradale mi ha strappato mio fratello. Sono stati giorni, mesi e anni terribili e oggi, ancora, non riesco a parlarne senza soffrire profondamente per l’ingiustizia terribile per quello che successe.

Pietro

Mi chiamo Pietro Orlando, avevo 63 anni, e finalmente mi stavo godendo la pensione, quando un incidente stradale d’un tratto mi ha cambiato la vita. Una macchina che attraversava il paese nel senso opposto al mio, ha mancato una precedenza e svoltando mi ha colpito in pieno.

Ermanno

Mi chiamo Fogli Ermanno e sono un cliente riconoscente a Infortunistica Veneta. Avevo 32 anni, ero fermo a uno stop pronto a immettermi sulla Romea, quando come un fulmine che squarcia il cielo mi piombò addosso un camion che aveva perso il controllo.

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile