• Home
  • News
  • Sinistri navali in diminuzione: perché non è sempre una buona notizia!

Sinistri navali in diminuzione: perché non è sempre una buona notizia!

Una tra le principali società di perizie navali, la Stb Italia di Genova, ha comunicato le statistiche annuali degli incedenti con barche da diporto.

Sinistri navali in diminuzione: perché non è sempre una buona notizia!Il primo dato che emerge è la costante diminuzione dei sinistri navali dal 2011 al 2014: infatti da 431 incidenti, registrati, si è scesi a un numero pari a 350. Questa sarebbe un'ottima notizia, se non che il dato dipende da due fattori negativi:

  • la crisi economica, dato che sono "bassissime le compravendite del nuovo e dell’usato, in particolare nella fascia media (barche dai 10 ai 18 metri)"
  • la mancata assicurazione di molti natanti messi in mare.

Noi di Infortunistica Veneta vogliamo ricordare che, secondo la legge, tutte le unità da diporto, tender compresi, con la sola esclusione delle barche a remi e delle barche a vela senza motore ausiliario, debbono essere coperte da una polizza assicurativa di responsabilità civile (R.C.) per sinistri navali a danno di terzi, con un massimale minimo di garanzia di almeno EUR 2.500.000.

L'assicurazione di responsabilità civile contro incidenti con barche è altresì obbligatoria per tutti i motori amovibili di qualsiasi tipo (benzina, diesel, 2 tempi, 4 tempi, elettrici, idrogetto, ecc.) e di qualunque potenza, dal momento che il vecchio limite di tre cavalli fiscali di esenzione dall'obbligo assicurativo è stato soppresso dalla legge di riforma della nautica da diporto 172/2003.

L'assicurazione del motore amovibile contro eventuali sinistri navali si estende naturalmente al natante sul quale tale motore viene di volta in volta collocato. Ai fini dell'assicurazione obbligatoria, per "natante" si intende qualsiasi unità da diporto che sia azionata da propulsione meccanica, e che sia destinata alla navigazione marittima, fluviale o lacustre ,in acque ad uso pubblico o in acque a queste equiparate (DM 86/2008).

Se volete usare la vostra barca, con la certezza di essere coperti contro incidenti con barche di qualsiasi tipo, non andare contro la legge, e provvedete subito ad assicurare il vostro motore o il vostro natante.

E se avete qualche dubbio consultateci in qualunque momento.

0
0
0
s2sdefault
  • Sinistri Stradali
  • Malasanità
  • Sinistri mortali
  • Danni gravi
  • Infortuni sul lavoro
  • Buche e insidie
  • Infortuni su mezzi pubblici
  • Polizze infortuni
  • Responsabilità civile
  • Altri sinistri
  • Responsabilità dei professionisti
  • Recupero costi per assenze dipendenti
  • Risarcimento per le vittime del dovere
    Infortunistica Veneta